List Artist Genre: pop

This is the list of all artists of this genre. Here you can discover news, album, concert and many other things. Here there are the best contents of genre pop

Artist: 14325 | Followers: 0

Top artist pop
Contents
Foto profilo Lady Gaga

Lady Gaga

Lady Gaga Have a Pink Drink this week at Starbucks and support Born This Way Foundation 💝 #CupsOfKindness http://gaga.lk/BTWFxStarbucks
Have a Pink Drink this week at Starbucks and support Born This Way Foundation 💝 #CupsOfKindness http://gaga.lk/BTWFxStarbucks
Foto profilo U2

U2

U2 North America, Mexico, South America. September, October. Tickets on sale from today. All details here - http://www.u2.com/presale
#U2TheJoshuaTree2017

Sun Sep 3 - Detroit, MI Ford Field
Tue Sep 5 - Buffalo, NY New Era Field
Fri Sep 8 - Minneapolis, MN US Bank Stadium
Sun Sep 10 - Indianapolis, IN Lucas Oil Stadium
Tue Sep 12 - Kansas City, MO Arrowhead Stadium
Thur Sept 14 - New Orleans, LA, Mercedes Benz Superdome
Sat Sep 16 - St. Louis, MO The Dome At America’s Center
Fri Sep 22 - San Diego, CA Qualcomm Stadium
Tue Oct 3 - Mexico City, Mexico Foro Sol
Sat Oct 7 - Bogota, Colombia, Estadio El Campin
Tue Oct 10 - Buenos Aires, Argentina La Plata
Sat Oct 14 - Santiago, Chile Estadio Nacional
Thur Oct 19 - Sao Paulo, Brazil Morumbi Stadium
North America, Mexico, South America. September, October. Tickets on sale from today. All details here - http://www.u2.com/presale #U2TheJoshuaTree2017 Sun Sep 3 - Detroit, MI Ford Field Tue Sep 5 - Buffalo, NY New Era Field Fri Sep 8 - Minneapolis, MN US Bank Stadium Sun Sep 10 - Indianapolis, IN Lucas Oil Stadium Tue Sep 12 - Kansas City, MO Arrowhead Stadium Thur Sept 14 - New Orleans, LA, Mercedes Benz Superdome Sat Sep 16 - St. Louis, MO The Dome At America’s Center Fri Sep 22 - San Diego, CA Qualcomm Stadium Tue Oct 3 - Mexico City, Mexico Foro Sol Sat Oct 7 - Bogota, Colombia, Estadio El Campin Tue Oct 10 - Buenos Aires, Argentina La Plata Sat Oct 14 - Santiago, Chile Estadio Nacional Thur Oct 19 - Sao Paulo, Brazil Morumbi Stadium
Foto profilo Vasco Rossi

Vasco Rossi

Vasco Rossi LA MIA FAVOLA ROCK !!
Da zero a 30: 1952-1983, Il racconto adrenalinico da cantautore a rockstar

di Marco Mangiarotti

VISSI D'ARTE, LATTE E LIBRI

Il Giovane Vasco. Come il Giovane Holden ma anche il Giovane Werther: Sturm Und Rock, tempesta e rock. Questo è il primo tempo di un film, il prequel e il cuore di una vita, da Zero a Trenta e qualche spicciolo. Lo conosco dal 1975, fine '75, Punto Radio Zocca, dove tenevo una rubrica jazz mentre facevo il militare a Modena. Quando io finivo, lui cominciava "Spazio Aperto Cantautori. Io già scrivevo articoli da qualche anno, lui le prime canzoni. Poi ci siamo rivisti molte altre volte, per caso agli inizi e lavoro poi. Inciampavamo nella musica, accadeva spesso. Questo libro è il primo capitolo della grande festa di Modena e racconta come è nata l'unica rockstar italiana, dai primi anni di Zocca a Sanremo. Il viaggio di un piccolo cantante di successo che volle farsi chitarrista e cantautore, rockautore per scelta e rockstar per plebiscito popolare. Non è un genere letterario questa autobiografia in forma di dialogo virtuale, se chiudi gli occhi puoi sentire e riconoscerne la voce. Ho voluto conservare, nei limiti del possibile, il suo parlato, la forma diretta dei discorsi delle donne (mamme, nonne), le interiezioni che trovo deliziose, e qualche parola forte, per amor di verità. Anche i salti verbali sono narrativi e psicologici, come se la macchina del tempo ti riportasse a rivivere quel momento mentre ne stai parlando. Poi lui ha riletto e corretto (non hai mica capito...) di suo pugno il tutto. Puntigliosamente. Nei nostri incontri per il libro sorrideva e rideva sempre, regalando battute fulminanti e fragrante ironia. I mei ricordi e le note sono a parte, in corsivo. Perché spesso, anche in quella parte della sua vita, con lui o con la musica, fin dall'inizio io c'ero. E questo fa una certa differenza. I titoli sono un gioco, nel suo stile. E' la sua Versione, long version e per la prima volta con un focus preciso. Il Punto nautico della memoria è sugli Appennini Modenesi, il racconto è ciclico, anzi ellittico, sotto il peso della vita. E alla fine ritorna sempre lì, nel triangolo degli affetti e degli effetti: Zocca-Modena-Bologna. Vasco ama le parole valigia, che sono importanti solo dal momento in cui ci metti l'etichetta sopra: non provocatore ma provokautore, ove la kappa è politica, esistenziale e musicale, la costola da cui nasce è rock. Quindi, non cantautore, che peraltro è stato per quattro dischi il suo mestiere, ma rockautore. Anche se nel comunicare lui va più spiccio con rocker. Punto di partenza e di arrivo rockstar. E lui si mette dietro e davanti a un telescopio, da stella a stella, per passare dal piccolo allegro mondo di paese all'universo mondo in cui tutto è filosoficamente piccolo. Perché Vasco ha un pensiero forte, legge i filosofi e i maestri della psicanalisi, i padri del teatro d'avanguardia, tutto quel che gli garba da Bakunin e Ionesco a Jung. Io vissi d'arte, di latte e libri, potrebbe essere il suo motto. E' un ritratto, sono ritratti di umanità e umanesimo, il diario di una educazione sentimentale rock. Il suo pensiero entra ed esce dalle piccole storie che racconta, è una testimonianza corale per una coscienza collettiva. Adesso che la metafora della sua vita è quella di stella fra le stelle nella galassia bolognese, il suo rapporto con la comunità dove è nato, la città dove ha studiato, ha sofferto e si è molto divertito, quella dove lavora e vive, ritorna vitale. E' un avanti e indietro da corriera, auto di seconda mano da studente. Rewind e Flash Back. Si arriva in un posto pieni di speranze e qualche paura, a volte si scappa arrabbiati e feriti, ma sempre in questo caso si ritorna. Anche a Modena, da studente inadeguato venuto giù con la piena, DJ che si sentiva il Re della città, fino all'apoteosi di Vasco Modena Park, 01 07 17. L'evento per i 40 anni di carriera. La sconfitta, la rivincita, il trionfo definitivo, che entra nel Guinness dei primati. Lui e Pupi Avati sembrano lontanissimi ma i suoi ragazzi e ragazze sono appena di una generazione prima. Dal dopoguerra agli anni '60, dal jazz al rock. Lo sguardo maschile e femminile. Educazione sentimentale e musicale, s'è detto, la prima vecchia chitarra toccata nella soffitta di un amico, i nonni che suonavano il folk e il liscio, i concorsi canori per bambini, l'aria aperta, in campagna e sull'aia. L'ossessione per la chitarra e quella per i cantautori. Ma sul palco voleva essere un Rolling Stones. E anche in albergo. Le donne, prima e dopo. Le band, prima e dopo. "La vera band è quella che ho adesso, le altre erano bande di complici o amici". Il padre Carlino, mamma Novella e la tata Ivana, non sono fotografie sullo sfondo. Massimino Riva, il grande affetto e il grande rimpianto, la grande rabbia. Il sesso, la coppia e il rock'n'roll. Bibi Ballandi, i primi concerti, la discografia di allora a Galleria del Corso. Gianni Ravera che lo ha chiamato per due volte a Sanremo.
Troverete molte cose inedite, la mia cartina sono Tania Sachs, la sua portavoce (andiamo avanti, so già tutto!) e Floriano Fini, l'amico manager di Zocca (sono magari uscite qua e là ma mai un racconto così lungo e completo). Un Vasco privato, anche fragile, ma molto consapevole e determinato, curioso e colto, per quel che lo interessa, comunicatore e strategy manager sempre. L'ultima parola è sempre la sua. Artista. Scopro che ha passato più tempo con la chitarra che con le donne, che è stato un cantautore subito alla ricerca di un linguaggio diverso. E con un'intuizione epocale: una musica all'altezza dei suoi testi non poteva essere che rock. La sua idea di rock. Un classico italiano alla Rolling Stones, senza mai inseguire le band del momento, se non per i dettagli del suono. "La mia favola rock" è un libro su Vasco per la prima volta con Vasco, dalla A alla Z. Poi c'è una breve seconda parte con altri nostri incontri. Il suo primo concerto nel grande Palasport di Milano, 13 09 84, nel Tour di Va Bene Va Bene Così. Prima che la neve facesse crollare nel 1985 il tetto della più grande arena italiana. Di fianco al Meazza della sua amatissima Inter. Poi anche suo, per uso capione. Campione, marpione. E altre piccole storie.

Marco Mangiarotti
LA MIA FAVOLA ROCK !! Da zero a 30: 1952-1983, Il racconto adrenalinico da cantautore a rockstar di Marco Mangiarotti VISSI D'ARTE, LATTE E LIBRI Il Giovane Vasco. Come il Giovane Holden ma anche il Giovane Werther: Sturm Und Rock, tempesta e rock. Questo è il primo tempo di un film, il prequel e il cuore di una vita, da Zero a Trenta e qualche spicciolo. Lo conosco dal 1975, fine '75, Punto Radio Zocca, dove tenevo una rubrica jazz mentre facevo il militare a Modena. Quando io finivo, lui cominciava "Spazio Aperto Cantautori. Io già scrivevo articoli da qualche anno, lui le prime canzoni. Poi ci siamo rivisti molte altre volte, per caso agli inizi e lavoro poi. Inciampavamo nella musica, accadeva spesso. Questo libro è il primo capitolo della grande festa di Modena e racconta come è nata l'unica rockstar italiana, dai primi anni di Zocca a Sanremo. Il viaggio di un piccolo cantante di successo che volle farsi chitarrista e cantautore, rockautore per scelta e rockstar per plebiscito popolare. Non è un genere letterario questa autobiografia in forma di dialogo virtuale, se chiudi gli occhi puoi sentire e riconoscerne la voce. Ho voluto conservare, nei limiti del possibile, il suo parlato, la forma diretta dei discorsi delle donne (mamme, nonne), le interiezioni che trovo deliziose, e qualche parola forte, per amor di verità. Anche i salti verbali sono narrativi e psicologici, come se la macchina del tempo ti riportasse a rivivere quel momento mentre ne stai parlando. Poi lui ha riletto e corretto (non hai mica capito...) di suo pugno il tutto. Puntigliosamente. Nei nostri incontri per il libro sorrideva e rideva sempre, regalando battute fulminanti e fragrante ironia. I mei ricordi e le note sono a parte, in corsivo. Perché spesso, anche in quella parte della sua vita, con lui o con la musica, fin dall'inizio io c'ero. E questo fa una certa differenza. I titoli sono un gioco, nel suo stile. E' la sua Versione, long version e per la prima volta con un focus preciso. Il Punto nautico della memoria è sugli Appennini Modenesi, il racconto è ciclico, anzi ellittico, sotto il peso della vita. E alla fine ritorna sempre lì, nel triangolo degli affetti e degli effetti: Zocca-Modena-Bologna. Vasco ama le parole valigia, che sono importanti solo dal momento in cui ci metti l'etichetta sopra: non provocatore ma provokautore, ove la kappa è politica, esistenziale e musicale, la costola da cui nasce è rock. Quindi, non cantautore, che peraltro è stato per quattro dischi il suo mestiere, ma rockautore. Anche se nel comunicare lui va più spiccio con rocker. Punto di partenza e di arrivo rockstar. E lui si mette dietro e davanti a un telescopio, da stella a stella, per passare dal piccolo allegro mondo di paese all'universo mondo in cui tutto è filosoficamente piccolo. Perché Vasco ha un pensiero forte, legge i filosofi e i maestri della psicanalisi, i padri del teatro d'avanguardia, tutto quel che gli garba da Bakunin e Ionesco a Jung. Io vissi d'arte, di latte e libri, potrebbe essere il suo motto. E' un ritratto, sono ritratti di umanità e umanesimo, il diario di una educazione sentimentale rock. Il suo pensiero entra ed esce dalle piccole storie che racconta, è una testimonianza corale per una coscienza collettiva. Adesso che la metafora della sua vita è quella di stella fra le stelle nella galassia bolognese, il suo rapporto con la comunità dove è nato, la città dove ha studiato, ha sofferto e si è molto divertito, quella dove lavora e vive, ritorna vitale. E' un avanti e indietro da corriera, auto di seconda mano da studente. Rewind e Flash Back. Si arriva in un posto pieni di speranze e qualche paura, a volte si scappa arrabbiati e feriti, ma sempre in questo caso si ritorna. Anche a Modena, da studente inadeguato venuto giù con la piena, DJ che si sentiva il Re della città, fino all'apoteosi di Vasco Modena Park, 01 07 17. L'evento per i 40 anni di carriera. La sconfitta, la rivincita, il trionfo definitivo, che entra nel Guinness dei primati. Lui e Pupi Avati sembrano lontanissimi ma i suoi ragazzi e ragazze sono appena di una generazione prima. Dal dopoguerra agli anni '60, dal jazz al rock. Lo sguardo maschile e femminile. Educazione sentimentale e musicale, s'è detto, la prima vecchia chitarra toccata nella soffitta di un amico, i nonni che suonavano il folk e il liscio, i concorsi canori per bambini, l'aria aperta, in campagna e sull'aia. L'ossessione per la chitarra e quella per i cantautori. Ma sul palco voleva essere un Rolling Stones. E anche in albergo. Le donne, prima e dopo. Le band, prima e dopo. "La vera band è quella che ho adesso, le altre erano bande di complici o amici". Il padre Carlino, mamma Novella e la tata Ivana, non sono fotografie sullo sfondo. Massimino Riva, il grande affetto e il grande rimpianto, la grande rabbia. Il sesso, la coppia e il rock'n'roll. Bibi Ballandi, i primi concerti, la discografia di allora a Galleria del Corso. Gianni Ravera che lo ha chiamato per due volte a Sanremo. Troverete molte cose inedite, la mia cartina sono Tania Sachs, la sua portavoce (andiamo avanti, so già tutto!) e Floriano Fini, l'amico manager di Zocca (sono magari uscite qua e là ma mai un racconto così lungo e completo). Un Vasco privato, anche fragile, ma molto consapevole e determinato, curioso e colto, per quel che lo interessa, comunicatore e strategy manager sempre. L'ultima parola è sempre la sua. Artista. Scopro che ha passato più tempo con la chitarra che con le donne, che è stato un cantautore subito alla ricerca di un linguaggio diverso. E con un'intuizione epocale: una musica all'altezza dei suoi testi non poteva essere che rock. La sua idea di rock. Un classico italiano alla Rolling Stones, senza mai inseguire le band del momento, se non per i dettagli del suono. "La mia favola rock" è un libro su Vasco per la prima volta con Vasco, dalla A alla Z. Poi c'è una breve seconda parte con altri nostri incontri. Il suo primo concerto nel grande Palasport di Milano, 13 09 84, nel Tour di Va Bene Va Bene Così. Prima che la neve facesse crollare nel 1985 il tetto della più grande arena italiana. Di fianco al Meazza della sua amatissima Inter. Poi anche suo, per uso capione. Campione, marpione. E altre piccole storie. Marco Mangiarotti
Foto profilo Queen

Queen

Queen "Mmm, mama said be careful of that girl..."

Subscribe to the official Queen channel Here http://bit.ly/Subscribe2Queen

www.queenonline.com
"Mmm, mama said be careful of that girl..." Subscribe to the official Queen channel Here http://bit.ly/Subscribe2Queen www.queenonline.com
Foto profilo 50 Cent

50 Cent

50 Cent Some of ya'll gettin too worked up over that shit 😂
Some of ya'll gettin too worked up over that shit 😂
Foto profilo Tiziano Ferro

Tiziano Ferro

Tiziano Ferro 'Adesso voglio andare, voglio esserci. Voglio stare lì, lì dove sta la mia gente'.
'Adesso voglio andare, voglio esserci. Voglio stare lì, lì dove sta la mia gente'.
Foto profilo OneRepublic

OneRepublic

OneRepublic Tonight with U2...
Tonight with U2...
Foto profilo Pitbull

Pitbull

Pitbull Thank you to the fans of Los Angeles and Staples Center! We made a night to remember #Dale
Thank you to the fans of Los Angeles and Staples Center! We made a night to remember #Dale
Foto profilo Miley Cyrus

Miley Cyrus

Miley Cyrus Getting ready to take the stage at Capital Pride DC and we will be streaming LIVE on my Twitter! #YesToAll 💙❤️💛💚💜

Watch here: http://miley.lk/CapitalPrideDC
Getting ready to take the stage at Capital Pride DC and we will be streaming LIVE on my Twitter! #YesToAll 💙❤️💛💚💜 Watch here: http://miley.lk/CapitalPrideDC
Foto profilo Bon Jovi

Bon Jovi

Bon Jovi Limited quantities of the popular #THINFStour event tees are now up on www.bonjoviofficialmerch.com!
Limited quantities of the popular #THINFStour event tees are now up on www.bonjoviofficialmerch.com!
Foto profilo Coldplay

Coldplay

Coldplay Goodnight Vienna!
R42
Goodnight Vienna! R42
Foto profilo U2

U2

U2 Coming to the show in Miami? Add your video, photos & tweets to our live coverage using #U2TheJoshuaTree2017. Follow it all here - http://www.u2.com/tour/date/id/45561407
Coming to the show in Miami? Add your video, photos & tweets to our live coverage using #U2TheJoshuaTree2017. Follow it all here - http://www.u2.com/tour/date/id/45561407
Foto profilo Gorillaz

Gorillaz

Gorillaz BEHOLD! It's the e.on Kong Solar Studio as seen at Demon Dayz before Lully, Lao Ra and Throwing Shade stepped in for the night 🌙

#TOMORROWISON
BEHOLD! It's the e.on Kong Solar Studio as seen at Demon Dayz before Lully, Lao Ra and Throwing Shade stepped in for the night 🌙 #TOMORROWISON
Foto profilo Coldplay

Coldplay

Coldplay Energy levels high in Vienna!
R42
Energy levels high in Vienna! R42
Foto profilo Miley Cyrus

Miley Cyrus

Miley Cyrus iHeartRadio thank you for havin me! Love u! Have a great summer! 💙🌊💙🌊
iHeartRadio thank you for havin me! Love u! Have a great summer! 💙🌊💙🌊
Foto profilo LMFAO

LMFAO

LMFAO Sliding into her DM's like...
Sliding into her DM's like...
Foto profilo 50 Cent

50 Cent

50 Cent Ya'll know what you need to put in there 😂 #EffenVodka
Ya'll know what you need to put in there 😂 #EffenVodka
Foto profilo LMFAO

LMFAO

LMFAO Nature crazy AF
Nature crazy AF
Foto profilo Green Day

Green Day

Green Day #GREENDAY #INTERLAKEN, #SWITZERLAND #GREENFIELDFESTIVAL 🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥 http://ift.tt/2reTfRv Follow The Official Green Day on Instagram - @greenday
#GREENDAY #INTERLAKEN, #SWITZERLAND #GREENFIELDFESTIVAL 🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥 http://ift.tt/2reTfRv Follow The Official Green Day on Instagram - @greenday
Foto profilo 50 Cent

50 Cent

50 Cent She got skills.
She got skills.