Jovanotti Photo

Jovanotti Album

Rome, Lazio, Italy

Total Fans: 7,263,964 | Contents: 987

Facebook 33.82%

2,457,222

Twitter 50.24%

3,649,425

Spotify: 5.2%

378,090

Youtube 6.94%

504,138

Deezer 1.4%

101,715

LastFM 2.38%

173,374
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10155322244307431&id=130746647430&refsrc=http%3A%2F%2Ft.co%2FcUI8YnnyY1&_rdr

Grazie Giuliano! 👊👍😎🍷
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10155322244307431&id=130746647430&refsrc=http%3A%2F%2Ft.co%2FcUI8YnnyY1&_rdr Grazie Giuliano! 👊👍😎🍷
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti Buona Pasqua a tutti voi!
Buona Pasqua a tutti voi!
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti Indiscrezioni ci giungono da fonti vicine all'artista.
Indiscrezioni ci giungono da fonti vicine all'artista.
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti stasera in tv da @fiorello a @edicolafiore su TV8, è sempre un grande piacere ridere con Fiore nel suo show, se vi va guardatelo stasera!

Durante il programma sono passato dallo “speakerscorner” per contribuire a  dare voce ai cittadini siciliani disabili, presi in giro dal Presidente Crocetta in un tragico gioco a nascondino veramente vergognoso. Queste persone da mesi attendono una risposta. La loro qualità di vita, spesso la loro stessa sopravvivenza, dipende dall’assistenza che la Costituzione gli garantisce come diritto e non come gesto di carità. Ne abbiamo parlato diverse volte su questa pagina, e seguendo ogni passo di questa vicenda sto assistendo allo dimostrazione peggiore che la politica può dare di sé. Si prendono in giro dei cittadini e le loro famiglie , un’intera comunità  costretta a sentirsi umiliata da chi dovrebbe invece considerarla al pari di tutte le altre persone. La cosa peggiore che le Istituzioni della Repubblica possono fare nei confronti di un cittadino è escluderlo, costringerlo a sentirsi un peso, un problema e non una persona. E’ una cosa gravissima, scoraggiante e pericolosa perché in questi termini diventa una forma di omicidio.
La sanità e le politiche sociali in Italia sono gestite a livello regionale e questo comporta spesso una disparità di trattamento a seconda del luogo di residenza. E' semplicemente assurdo, e la colpa non è della latitudine ma solo ed esclusivamente delle persone incaricate democraticamente di rappresentare i propri cittadini. La Sicilia è una grande regione, non solo per estensione territoriale ma per estensione storica, civile, umana. Il repsonsabile di questa situazione in Sicilia è il Presidente Crocetta (è lui che sceglie i suoi collaboratori eventuali) , lui che ha una splendida capacità retorica e dialettica ma di fatto in questo caso specifico (e ripeto “specifico” perchè non voglio assolutamente generalizzare) sta prendendo in giro la parte più debole dei suoi concittadini, le persone con gravi disabilità, non so se ci rendiamo conto.
stasera in tv da @fiorello a @edicolafiore su TV8, è sempre un grande piacere ridere con Fiore nel suo show, se vi va guardatelo stasera! Durante il programma sono passato dallo “speakerscorner” per contribuire a dare voce ai cittadini siciliani disabili, presi in giro dal Presidente Crocetta in un tragico gioco a nascondino veramente vergognoso. Queste persone da mesi attendono una risposta. La loro qualità di vita, spesso la loro stessa sopravvivenza, dipende dall’assistenza che la Costituzione gli garantisce come diritto e non come gesto di carità. Ne abbiamo parlato diverse volte su questa pagina, e seguendo ogni passo di questa vicenda sto assistendo allo dimostrazione peggiore che la politica può dare di sé. Si prendono in giro dei cittadini e le loro famiglie , un’intera comunità costretta a sentirsi umiliata da chi dovrebbe invece considerarla al pari di tutte le altre persone. La cosa peggiore che le Istituzioni della Repubblica possono fare nei confronti di un cittadino è escluderlo, costringerlo a sentirsi un peso, un problema e non una persona. E’ una cosa gravissima, scoraggiante e pericolosa perché in questi termini diventa una forma di omicidio. La sanità e le politiche sociali in Italia sono gestite a livello regionale e questo comporta spesso una disparità di trattamento a seconda del luogo di residenza. E' semplicemente assurdo, e la colpa non è della latitudine ma solo ed esclusivamente delle persone incaricate democraticamente di rappresentare i propri cittadini. La Sicilia è una grande regione, non solo per estensione territoriale ma per estensione storica, civile, umana. Il repsonsabile di questa situazione in Sicilia è il Presidente Crocetta (è lui che sceglie i suoi collaboratori eventuali) , lui che ha una splendida capacità retorica e dialettica ma di fatto in questo caso specifico (e ripeto “specifico” perchè non voglio assolutamente generalizzare) sta prendendo in giro la parte più debole dei suoi concittadini, le persone con gravi disabilità, non so se ci rendiamo conto.
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti NUOVO TRAILER!!!
e il 7 aprile, dopodomani, arriva il film completo!
VADO A FARMI UN GIRO #jovazelanda
su www.jova.tv

il fim di un viaggio in solitaria con bici e bagagli.
Isola del sud della Nuova Zeland Aoteaora
20 giorni a pedali
3000 km
12000 metri di dislivello
35 kili tra bici e borse
tanto di quel vento che sono diventato aerodinamico, mi è spuntato un alettone.
gopro accesa in alcuni momenti
Il film lo ha fatto Michele Maikid Lugaresi con le immagini del viaggio che gli ho dato io insieme ad un po’ di musica che ho registrato con una chitrarra acustica in casa al mio ritorno (roba originale e qualche cover come questa che si sente nel trailer).
Il film non era neanche previsto, ma adesso c’è, ed è una cosa diversa da tutto quello che vi potete aspettare.
Buon Viaggio!
Kia Ora! (che in lingua maori vuol dire qualcosa come ciao, e anche tutto il meglio che si può augurare a qualcuno)
#jovazelanda #lorenzo #jovanotti #jovatv #streaming #viaggi #film  #avventura
NUOVO TRAILER!!! e il 7 aprile, dopodomani, arriva il film completo! VADO A FARMI UN GIRO #jovazelanda su www.jova.tv il fim di un viaggio in solitaria con bici e bagagli. Isola del sud della Nuova Zeland Aoteaora 20 giorni a pedali 3000 km 12000 metri di dislivello 35 kili tra bici e borse tanto di quel vento che sono diventato aerodinamico, mi è spuntato un alettone. gopro accesa in alcuni momenti Il film lo ha fatto Michele Maikid Lugaresi con le immagini del viaggio che gli ho dato io insieme ad un po’ di musica che ho registrato con una chitrarra acustica in casa al mio ritorno (roba originale e qualche cover come questa che si sente nel trailer). Il film non era neanche previsto, ma adesso c’è, ed è una cosa diversa da tutto quello che vi potete aspettare. Buon Viaggio! Kia Ora! (che in lingua maori vuol dire qualcosa come ciao, e anche tutto il meglio che si può augurare a qualcuno) #jovazelanda #lorenzo #jovanotti #jovatv #streaming #viaggi #film #avventura
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti dal 7 su www.jova.tv il film intero VADO A FARMI UN GIRO 
Domani vi posto un nuovo trailer…

oggi qualche foto sparsa presa dal mio cellulare.

la Nuova Zelanda è un posto bellissimo ed evocativo, è la nostra terra sorella agli antipodi, mi ha sempre colpito che assomigli vagamente all’Italia anche nella forma, oltre che nella latitudine opposta e uguale (se scavi per terra in italia e continui circa per 13mila chilometri sbuchi da qualche parte in Nuova Zelanda, provateci :-)). 

Ho fatto  diversi  viaggi in bici da solo negli anni, ma adesso le telecamerine sono davvero minuscole, le nuove sd-card hanno memorie impensabili qualche anno fa. In un viaggio in solitaria in bici la prima esigenza è limitare il peso dei bagagli, così stavolta ho potuto avere con me una GoPro e ogni tanto l'accendevo attaccandomela al casco o al manubrio o tenendola in mano, senza pensarci troppo, senza valutare neanche che poi avrei potuto condividere il mio trip al di fuori della mia famiglia e dei miei amici più intimi. Poi quando ho visto un po’ del montaggio che stava facendo Maikid con le card che gli avevo consegnato ci è venuta voglia non solo di farne un piccolo film ma anche di registrare una colonna sonora estremamente minimale, io con solo una chitarra, per sottolineare certe melodie che mi venivano in mente pedalando e le sensazioni che  provavo. E’ venuta fuori una cosa nuova, e sono felice di condividerla con voi. La vedrete da venerdì.
Viaggiare in bici è uno dei modi più belli al mondo, anche uno dei più spartani ed economici, considerando che si consumano solo calorie (una cifra di calorie)  e la sera si è talmente stanchi che si può dormire ovunque capiti, basta una piccola tenda, e in un posto come la NZ ci sono un sacco di posti per la strada dove si trova un letto e una doccia calda. La bici migliore per viaggiare deve essere essenziale, in acciaio, robusta e che si possa riparare con facilità, non serve un mezzo molto tecnologico ma una bici buona e collaudata.
E’ stato un viaggio bellissimo, molta salita e un vento micidiale che quando soffia contrario è una roba da matti, ma in certi giorni quando è a favore si va come se si avesse una vela. Ho fatto tutta l’isola del Sud, che è più spopolata e selvaggia e anche più grande, da nord a sud e poi di nuovo a nord passando per le montagne, le zone dei laghi, i fiordi,  qualche sosta nelle città lungo la strada per fare rifornimento. E’ la “terra di mezzo” degli hobbit, davvero, una natura che ti toglie il fiato, specialmente la costa ovest, incredibile. 
Poco meno di 3000 km, qualcosa come 12000 metri di dislivello che con una bici che con i bagagli raggiunge anche i 40 kg è una cosa un po’ estrema, ma bellissima, se si ha la passione e se si ha voglia di faticare. La fatica è sempre ricompensata da panorami e silenzi sovrumani, incontri con animali fantastici, pensieri psichedelici e visioni reali. I sensi si accendono e le percezioni sono rinnovate e  profonde. Una media di 150 km al giorno, che vuol dire a volte 200 km a volte 100, a seconda soprattutto del vento, perchè le salite sono tante ma mai lunghissime. Nel Caucaso qualche anno fa era stata molto più dura con salite anche di 20 km a pendenze del 12 di media.
La Nuova Zelanda è un paese bellissimo, le strade sono ottime, il fondo stradale è generalmente meglio che nelle nostre provinciali e statali. In certi tratti di maggiore flusso ci sono grossi camion a doppio rimorchio che ti sfiorano a 5 cm e rendono rischioso il viaggio, bisogna stare molto concentrati e avere una certa esperienza da ciclista quando c’è vento perchè si può venire risucchiati dallo spostamento d'aria. i Kiwi (così si chiamano tra di loro i Neozelandesi) sono gente tranquilla e gentile, distaccata un po’ all’inglese, ma con chi viaggia in bici le persone si dimostrano più amichevoli che in altre circostanze perché comunque la fatica fa simpatia a chi la conosce per esperienza o anche solo per sentito dire. Poi quando arrivi in un posto dopo che quel giorno sei stato 10 ore sui pedali e sei mezzo rincoglionito, cotto e affamato, sei più simile a uno yeti che a un essere umano e questo aiuta a creare empatia, anche solo per l’odore che emani.
Guardatevi #vadoafarmiungiro come fosse il filmino di un amico che ha fatto un viaggione pazzesco, e magari vi divertite a riviverlo insieme a lui, a me in questo caso.

#vadoafarmiungiro #jovazelanda #nuovazelanda #aoteaora #maoriadventure #jovatv #viaggiare #film #novità #jovanotti #lorenzo
dal 7 su www.jova.tv il film intero VADO A FARMI UN GIRO Domani vi posto un nuovo trailer… oggi qualche foto sparsa presa dal mio cellulare. la Nuova Zelanda è un posto bellissimo ed evocativo, è la nostra terra sorella agli antipodi, mi ha sempre colpito che assomigli vagamente all’Italia anche nella forma, oltre che nella latitudine opposta e uguale (se scavi per terra in italia e continui circa per 13mila chilometri sbuchi da qualche parte in Nuova Zelanda, provateci :-)). Ho fatto diversi viaggi in bici da solo negli anni, ma adesso le telecamerine sono davvero minuscole, le nuove sd-card hanno memorie impensabili qualche anno fa. In un viaggio in solitaria in bici la prima esigenza è limitare il peso dei bagagli, così stavolta ho potuto avere con me una GoPro e ogni tanto l'accendevo attaccandomela al casco o al manubrio o tenendola in mano, senza pensarci troppo, senza valutare neanche che poi avrei potuto condividere il mio trip al di fuori della mia famiglia e dei miei amici più intimi. Poi quando ho visto un po’ del montaggio che stava facendo Maikid con le card che gli avevo consegnato ci è venuta voglia non solo di farne un piccolo film ma anche di registrare una colonna sonora estremamente minimale, io con solo una chitarra, per sottolineare certe melodie che mi venivano in mente pedalando e le sensazioni che provavo. E’ venuta fuori una cosa nuova, e sono felice di condividerla con voi. La vedrete da venerdì. Viaggiare in bici è uno dei modi più belli al mondo, anche uno dei più spartani ed economici, considerando che si consumano solo calorie (una cifra di calorie) e la sera si è talmente stanchi che si può dormire ovunque capiti, basta una piccola tenda, e in un posto come la NZ ci sono un sacco di posti per la strada dove si trova un letto e una doccia calda. La bici migliore per viaggiare deve essere essenziale, in acciaio, robusta e che si possa riparare con facilità, non serve un mezzo molto tecnologico ma una bici buona e collaudata. E’ stato un viaggio bellissimo, molta salita e un vento micidiale che quando soffia contrario è una roba da matti, ma in certi giorni quando è a favore si va come se si avesse una vela. Ho fatto tutta l’isola del Sud, che è più spopolata e selvaggia e anche più grande, da nord a sud e poi di nuovo a nord passando per le montagne, le zone dei laghi, i fiordi, qualche sosta nelle città lungo la strada per fare rifornimento. E’ la “terra di mezzo” degli hobbit, davvero, una natura che ti toglie il fiato, specialmente la costa ovest, incredibile. Poco meno di 3000 km, qualcosa come 12000 metri di dislivello che con una bici che con i bagagli raggiunge anche i 40 kg è una cosa un po’ estrema, ma bellissima, se si ha la passione e se si ha voglia di faticare. La fatica è sempre ricompensata da panorami e silenzi sovrumani, incontri con animali fantastici, pensieri psichedelici e visioni reali. I sensi si accendono e le percezioni sono rinnovate e profonde. Una media di 150 km al giorno, che vuol dire a volte 200 km a volte 100, a seconda soprattutto del vento, perchè le salite sono tante ma mai lunghissime. Nel Caucaso qualche anno fa era stata molto più dura con salite anche di 20 km a pendenze del 12 di media. La Nuova Zelanda è un paese bellissimo, le strade sono ottime, il fondo stradale è generalmente meglio che nelle nostre provinciali e statali. In certi tratti di maggiore flusso ci sono grossi camion a doppio rimorchio che ti sfiorano a 5 cm e rendono rischioso il viaggio, bisogna stare molto concentrati e avere una certa esperienza da ciclista quando c’è vento perchè si può venire risucchiati dallo spostamento d'aria. i Kiwi (così si chiamano tra di loro i Neozelandesi) sono gente tranquilla e gentile, distaccata un po’ all’inglese, ma con chi viaggia in bici le persone si dimostrano più amichevoli che in altre circostanze perché comunque la fatica fa simpatia a chi la conosce per esperienza o anche solo per sentito dire. Poi quando arrivi in un posto dopo che quel giorno sei stato 10 ore sui pedali e sei mezzo rincoglionito, cotto e affamato, sei più simile a uno yeti che a un essere umano e questo aiuta a creare empatia, anche solo per l’odore che emani. Guardatevi #vadoafarmiungiro come fosse il filmino di un amico che ha fatto un viaggione pazzesco, e magari vi divertite a riviverlo insieme a lui, a me in questo caso. #vadoafarmiungiro #jovazelanda #nuovazelanda #aoteaora #maoriadventure #jovatv #viaggiare #film #novità #jovanotti #lorenzo
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti #vadoafarmiungiro  IL TRAILER!!!
dal 7 aprile solo su www.jova.tv 
il racconto di un viaggio agli antipodi da solo con bici e bagagli.
Isola del sud New Zealand
20 giorni a pedali
3000 km
12000 metri di dislivello
35 kili tra bici e borse
gopro accesa in alcuni momenti

tornato a casa ho consegnato tutte le sd card con 40 ore di immagini Michele Maikid Lugaresi e ho registrato un po’ di musica, sempre in solitaria, con una chitarra. Lui ne ha fatto un film di quasi un’ora, da condividere con voi.
La mia famiglia e i miei amici che lo hanno visto quasi completato mi hanno detto che è una figata, dal 7 sarà pronto e lo potrete vedere anche voi.
Il film non era neanche previsto, ma adesso c’è, ed è una cosa diversa da tutto quello che vi potete aspettare.
#jovazelanda #lorenzo #jovanotti #jovatv #streaming #viaggi #film #rocknroll #avventura
#vadoafarmiungiro IL TRAILER!!! dal 7 aprile solo su www.jova.tv il racconto di un viaggio agli antipodi da solo con bici e bagagli. Isola del sud New Zealand 20 giorni a pedali 3000 km 12000 metri di dislivello 35 kili tra bici e borse gopro accesa in alcuni momenti tornato a casa ho consegnato tutte le sd card con 40 ore di immagini Michele Maikid Lugaresi e ho registrato un po’ di musica, sempre in solitaria, con una chitarra. Lui ne ha fatto un film di quasi un’ora, da condividere con voi. La mia famiglia e i miei amici che lo hanno visto quasi completato mi hanno detto che è una figata, dal 7 sarà pronto e lo potrete vedere anche voi. Il film non era neanche previsto, ma adesso c’è, ed è una cosa diversa da tutto quello che vi potete aspettare. #jovazelanda #lorenzo #jovanotti #jovatv #streaming #viaggi #film #rocknroll #avventura
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti aprendo una scatola da scarpe nascosta in alto sulla libreria #storia #baudo #saturnino #paudones #amici
aprendo una scatola da scarpe nascosta in alto sulla libreria #storia #baudo #saturnino #paudones #amici
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti dal 7 APRILE
su WWW.JOVA.TV 

Prendetevi 53 minuti  (forse 56) e facciamoci un giro insieme.
Un fuoriprogramma molto fuori e molto poco programma.
dal 7 APRILE su WWW.JOVA.TV Prendetevi 53 minuti (forse 56) e facciamoci un giro insieme. Un fuoriprogramma molto fuori e molto poco programma.
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti Cosmo è uno dei migliori artisti della nuova musica italiana (che sta vivendo una primavera che non si sentiva da anni). Oggi ha postato "l'ombelico del suo mondo", una cover che mi onora.
Grazie! 

https://www.facebook.com/cosmoitaly/posts/1663754273666334
Cosmo è uno dei migliori artisti della nuova musica italiana (che sta vivendo una primavera che non si sentiva da anni). Oggi ha postato "l'ombelico del suo mondo", una cover che mi onora. Grazie! https://www.facebook.com/cosmoitaly/posts/1663754273666334
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti in quest'anno di "rincorsa" verso il prossimo salto non è che il viaggio si può fermare, la musica è fatta di vita. Il 7 Aprile (o anche dopo quando vi va e avrete un'oretta da passare insieme) vi porto in un trip. Invece di un Tour quest'anno vi propongo un Trip. Su jova.tv #vadoafarmiungiro dal 7 aprile. È un road movie, ma speciale.
in quest'anno di "rincorsa" verso il prossimo salto non è che il viaggio si può fermare, la musica è fatta di vita. Il 7 Aprile (o anche dopo quando vi va e avrete un'oretta da passare insieme) vi porto in un trip. Invece di un Tour quest'anno vi propongo un Trip. Su jova.tv #vadoafarmiungiro dal 7 aprile. È un road movie, ma speciale.
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti segnatevi questa data: 7 aprile 

su www.jova.tv una novità in esclusiva una premiere assoluta una figata pazzesca una cosa da non perdere. Un'avventura.
segnatevi questa data: 7 aprile su www.jova.tv una novità in esclusiva una premiere assoluta una figata pazzesca una cosa da non perdere. Un'avventura.
Foto profilo Jovanotti

Jovanotti

Jovanotti pronti!!!!!!!!
tifoseria gialla a raccolta!!!!
Valentino Rossi VR46 Official Guido Meda CESARE CREMONINI
pronti!!!!!!!! tifoseria gialla a raccolta!!!! Valentino Rossi VR46 Official Guido Meda CESARE CREMONINI